GABRIELE ACCOMAZZO
 
Pensieri di Mamma
 



 
Pensieri di Marzia
Per un anno siamo stati come fratello e sorella, in qualche modo mi piace pensare che sia stato il Tuo regalo speciale per me…
Mi manchi tanto ma non sono triste, o meglio non lo sono più.. Ti sento vicino, spesso mi sorprendo a pensarti ed è come se non fossi sola, è come se anche Tu, in quello stesso momento stessi pensando a me… E’ stata dura all’inizio ma credo che anche tu da lassù abbia contribuito affinché tutti noi riuscissimo a trovare un nuovo equilibrio e un nuovo modo di sentire la Tua presenza nella Tua nuova essenza spirituale…
Solo ora, capisco il Tuo grande amore per il teatro, il meraviglioso mondo del “come sé”, le infinite possibilità di sperimentare l’altro da sé, la possibilità di smettere di presentare se stesso, che… comporta necessariamente un riconoscimento e… un’accettazione, e la possibilità di rappresentare un personaggio, che rivive grazie al tuo corpo e alla tua voce…Tu personaggio immortale!

Marzia

Pensieri di Rossana
CIO’ CHE VORREI CHE TUTTI RICORDASSIMO DI GABRIELE

La sua andatura dinoccolata e piacevolmente scomposta di adolescente

Il suo stupirsi ingenuo e il suo interrogarsi difficile

La sua ricerca del bello e dell’armonia per il gusto e la piacevolezza che suscitano

Il suo sorriso disarmante ora gioioso ora arguto o malinconicamente ironico

Il suo sguardo attento ma spesso rivolto ad un altrove

I suoi occhi un po’ misteriosi che io, da zia affascinata, gli dicevo “come quelli delle statue etrusche” e che ora altrettanto indelebilmente sono scolpiti nella mia memoria.

Rossana


 
<< Pagina precedente|1|2|3| Pagina successiva >>